TUTTO IL PROGRAMMA DEL PRINTEMPS DES ARTS MONACO

Di Silvana Rivella

MONACO. Lo scorso dicembre Bruno Mantovani ha svelato il programma 2022 del Monte-Carlo Spring Arts Festival nella cornice del Teatro Princess Grace tra le note di due illustri ospiti che si potranno ascoltare alla prossima edizione: Gaspard Dehaene al pianoforte e Sandro Compagnon al sassofono. E’ stata l’occasione per il nuovo direttore artistico del festival di presentare un programma ricco di novità. Quest’anno il Festival prevede molti incontri. Ovviamente incontrare prima di tutto il pubblico, ma soprattutto artisti e capire cosa hanno da insegnarci e trasmetterci! Tema centrale di questa edizione, l’evoluzione stilistica dei compositori: all’interno di uno stesso concerto si potranno confrontare opere precoci e mature di Bach, Haydn, Debussy o addirittura Prokofiev…Anche l’Armenia sarà sotto i riflettori con, in particolare, l’arrivo del Gurdjieff Ensemble, la prima mondiale di un balletto commissionato ad Aram Hovhannisyan e Michel Petrossian, con la coreografia di Michel Hallet Eghayan o la mostra al Sergei Parajanov MuseumIl Festival avrà l’immenso piacere di accogliere in residenza il pianista, magnifico per versatilità ed energia Jean-Efflam Bavouzet, ma anche il geniale e instancabile Quatuor Voce, che verrà ad esaltare un genere caro a Bruno Mantovani. Il festival ospiterà per l’ultimo fine settimana ben tre orchestre e un ensemble di musica da camera, le orchestre filarmoniche di Radio France e Monte-Carlo, il Collectif Xenakis e l’arrivo di un nuovo genere, il Jazz con The Amazing Keystone Big Band…Prima opera di Bruno Mantovani alla guida del festival, questa edizione 2022 prenderà il titolo di un rondò di Guillaume de Machaut: la mia fine è il mio inizio. “Essere ancorati al presente e avere uno sguardo attuale sul passato”. Monaco ospita l’annuale Festival Printemps des Arts con il patrocinio di Sua Altezza Reale la Principessa Carolina di Hannover. Da oltre 40 anni nel Principato si tiene ogni anno un festival d’arte la cui tradizione risale ai giorni del Festival International des Arts, creato dalla Principessa Grace negli anni ’70, e che si svolgeva da dicembre a marzo di ogni anno. Nel 1981 la Principessa Grace decise di modernizzare il Festival International des Arts, chiamandolo Le Printemps des Arts. Dopo la sua morte nel 1982, il Principe Ranieri nominò la Principessa Carolina Presidente del Festival e le chiese di creare il nuovo Printemps des Arts, che fu inaugurato nel 1984.  Ogni anno, il festival Printemps des Arts Monte-Carlo diventa la base di straordinari spettacoli artistici, fonte del successo del festival e della cultura. Ogni anno, il pubblico scopre artisti di talento in ambienti straordinari: la Salle Garnier-Opéra de Monte-Carlo,One Monte-Carlo, il Museo Oceanografico, l’Accademia di Musica Ranieri III, il Grimaldi Forum, la Chiesa di San Carlo, il Teatro Principessa Grace e altri ancora accolgono grandi artisti facendo da cornice a performance eccezionali, precedute o seguite da incontri interessanti.

Le anticipazioni del programma: 4 lunghi weekend di divertimento e scoperta, dal 10 marzo al 3 aprile!

Montecarlotimes-Les Nouvelles è lieto di essere uno degli sponsor più fedeli di questa avventura artistica e culturale.

giovedi’ 10 marzo alle 18.30 – CHIESA DI SAINT CHARLES – CONFERENZA “La Messa di Machaut: fine di un’era, inizio di un genere” di Isabelle Ragnard, musicologa e alle ore 20:00 CONCERTO  Guillaume de Machaut – La mia fine è il mio inizio, Messa de Nostre Dame – Ensemble Gilles Binchois.

venerdi’ 11 marzo alle 18.30 – TAVOLA ROTONDA  al Club dei Residenti Stranieri di Monaco “La grande galleria dell’evoluzione stilistica” con Elisabeth Brisson, storica, Bruno Mantovani,  direttore artistico del festival ed Emmanuel Reibel, musicologo, moderato da Tristan Labouret, musicologo.

venerdi’ 11 marzo alle 20:00 – Auditorium Ranieri III – CONCERTO  Guillaume de Machaut – La mia fine è il mio inizio – Ensemble Gilles Binchois – Canzone delle sirene di Peter Eötvös – Sergei Prokofiev Concerti per pianoforte e orchestra n.1 e 5 – Béla Bartók The Wonderful Mandarin, suite orchestrale – Orchestra Filarmonica di Strasburgo, Marko Letonja direttore d’orchestra, Jean-Efflam Bavouzet pianoforte.  

 

Segue alle 22:30  al Club dei Residenti Stranieri di Monaco l’INCONTRO con Jean-Efflam Bavouzet, Marko Letonja e Bruno Mantovani.

 

 

sabato 12 marzo alle 15:00 – Galleria Riva – CONCERTO Il sassofono francese – Sandro Companion sassofono, Gaspard Dehaene pianoforte e alle 18.30 CONFERENZA “Claude Debussy al pianoforte: rompere o perpetuare?” di Rémy Campos, musicologo.

sabato 12 marzo alle 20:00 – Museo Oceanografico – CONCERTO Joseph Haydn Sonate per pianoforte n. 59 e 62 – Claude Debussy Ballata, Notturno, Danza (Tarantella stiriana), Prints, Isle joyeuse – Jean-Efflam Bavouzet pianoforte – segue l’ INCONTRO alle 22:30 nel Crystal Bar dell’ Hermitage Hotel con Jean-Efflam Bavouzet.

domenica 13 marzo alle15:00 – Teatro dell’Opera di Monte-Carlo, Salle Garnier – CONCERTO Joseph Haydn Sonate per pianoforte n. 31 e 39 – Claude Debussy Omaggio a Haydn, Préludes (secondo libro) – Jean-Efflam Bavouzet pianoforte.

domenica 13 marzo alle alle 18:00 – Auditorium Ranieri III – CONCERTO Anton Webern Im Sommerwind, Passacaglia per orchestra, op.1- Béla Bartók Concerto per pianoforte e orchestra no 3 – Henri Dutilleux Sinfonia no 1 – Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo – Kazuki Yamada direttore d’orchestra, Dezsö Ranki pianoforte.

lunedi’ 14 marzo dalle 10:00  alle 13:00 al Centro Culturale Prince Jacques, Beausoleil – MASTER CLASS con Jean-Efflam Bavouzet, pianoforte.

giovedi’ 17 marzo alle 18.30 al Museo Oceanografico – INCONTRO con Yan Maresz, compositore, moderato da Tristan Labouret, musicologo e alle 20:00 CONCERTO Jean-Féry Rebel Les Elémens, Nuova Sinfonia e Jean-Marie Leclair Sonata per due violini senza basso, opera. 3 no 5, Concerto per violino e orchestra, op. 7 no 3 – Pierre Boulez Anthèmes I per violino solo – Yan Maresz Tendances (prima mondiale, commissionata dal Printemps des Arts de Monte-Carlo) – Les Folies Françoises – Patrick Cohën-Akenine violino barocco e direzione, Hae-Sun Kang violino moderno.

venerdi’ 18 marzo alle 18.30 – Église du Sacré-Cœur – INCONTRO con Éric Lebrun, organista “L’organo di Johann Sebastian Bach” – moderato da Tristan Labouret, musicologo e alle 20:00 – CONCERTO Opere per organo di Johann Sebastian Bach, Éric Lebrun organo.

sabato 19 marzo alle 15:00 – Auditorium Ranieri III –  CONCERTO “Carte blanche aux conservatoires”- Studenti dell’Accademia Ranieri III e conservatori della regione e alle 18.30  Hotel Hermitage – Salle Belle Époque – TAVOLA ROTONDA “Il Quartetto d’archi, scrittura e pratica” con i membri del Quatuor Voce, Stéphane Goldet, musicologo e Bruno Mantovani, direttore artistico del festival, moderato da Tristan Labouret, musicologo.

sabato 19 marzo alle 20:00 – Teatro dell’Opera di Monte-Carlo – Salle Garnier – CONCERTO Wolfgang A. Mozart Quartetto d’archi no 13, K. 173 – Dmitry Shostakovich Quartetto d’archi no 3 Quartetto d’archi di Claude Debussy – Quatuor Voce – Segue alle 22:30 al Novotel Monte-Carlo l’INCONTRO con il Quatuor Voce.

domenica 20 marzo alle 15:00 – One Monte-Carlo – Salle des Arts –  CONCERTO Wolfgang A. Mozart Quartetto d’archi no 21, K. 575 Dmitry Shostakovich, Quartetto d’archi no 13 Maurice Ravel, Quartetto d’archi e Quatuor Voce.

giovedi’ 24 marzo alle 18.30 – Théâtre des Variétés – INCONTRO con Bastien David, compositore, moderato da Tristan Labouret, musicologo e alle 20:00 CONCERTO Komitas Vardapet, Quattordici pezzi su temi di Canti popolari armeni, per orchestra d’archi (trascrizioni – estratti) Bastien David L’ombra di un dubbio, doppio concerto per violoncelli e orchestra d’archi (prima assoluta, commissionato dal Printemps des Arts de Monte-Carlo) Béla Bartók Divertimento per orchestra d’archi – Orchestra Nazionale dell’Alvernia, Roberto Forés Veses direzione musicale e artistica, Marie Ythier e Éric-Maria Couturier violoncelli.

venerdi’ 25 marzo alle 18.30 – One Monte-Carlo – Anfiteatro – INCONTRO con Anahit Mikayelyandel Museo Sergei Parajanov (Yerevan, Armenia)e Michel Petrossian, compositore “Folklore armeno e arte colta”, moderato da Tristan Labouret, musicologo e alle 20:00  nella Salle des Arts di One Monte-Carlo CONCERTO Melodie dall’Armenia e altrove, Karine Babajanyan soprano,Vardan Mamikonian pianoforte – Segue alle 22:30 al Club dei Residenti Stranieri di Monaco l’INCONTRO con Vardan Mamikonian.

sabato 26 marzo dalle 10:00 alle 13:00 – Conservatorio Regionale di Nizza – MASTER CLASS con Vardan Mamikonian, pianoforte alle15:00 al Liceo Tecnico e Alberghiero – DEGUSTAZIONE CONCERTO PER DUE VIOLINI – Jean-Marie Leclair Sonata, op. 3 no 1 Sergei Prokofiev Sonata, op. 56, Luciano Berio Duos (estratti), Béla Bartók 44 duetti (quarto libro), violini Gaspard Maeder e Hugo Meder e alle 17.30 PROIEZIONE DEL FILM al Cinema des Beaux Arts – Sergei Parajanov Sayat Nova, Il colore del melograno e, come preludio alla proiezione: opere di Arno Babadjanian e Aram Khatchaturian da parte di studenti pianisti dell’Accademia Rainier III. Alle 19, nell’atrio del Teatro dell’Opera di Monte-Carlo, INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA DI SERGEI PARAJANOV alla presenza di Anahit Mikayelyan del Museo Sergei Parajanov (Yerevan, Armenia) e alle 20:00 al Teatro dell’Opera di Monte-Carlo, Salle Garnier CONCERTO Komitas Vardapet, Musica tradizionale armena – Georges Gurdjieff – Varie opere, set di Gurdjieff, Levon Eskenian direzione artistica – Segue alle 22:30 nell’ Ufficio del Festival (Teatro Princesse Grace) l’incontro con Gaspard Maeder e Hugo Meder.

domenica 27 marzo  alle 15:00 al Conservatorio Regionale di Nizza – BALLETTO – Aram Hovhannisyan e Michel Petrossian – Sette, gli angeli di Sinjar (prima mondiale, su commissione di Printemps des Arts di Monte-Carlo), Compagnia Hallet Eghayan, Coreografia di Michel Hallet Eghayan – Ensemble Orchestrale Contemporaneo – Léo Margue direttore d’orchestra.

giovedi’ 31 marzo alle 18.30 al Monte-Carlo Circus Café -CONFERENZA “Il Secolo Rosso: i musicisti Sovietici di fronte al potere” di Charlotte Ginot-Slacik, musicologa, con Bruno Mantovani, direttore artistico del festival.

giovedi’ 31 marzo alle 20:00 –  Capiteau di Fontvieille – CONCERTO – Sergei Prokofiev Quintetto, op. 39 Bruno Mantovani Allegro barbaro, concerto per percussioni e orchestra (prima assoluta), Dmitri Shostakovich Concerto per pianoforte, tromba e orchestra d’archi, op. 35 – Gioco di carte Igor Stravinsky – Alexandre Baty tromba, Colin Currie percussioni, Anna Vinnitskaya pianoforte, Nathan Mierdl violino, Marc Desmons viola, Yann Dubost contrabbasso, Hélène Devilleneuve oboe, Nicolas Baldeyrou clarinetto – Orchestra Filarmonica di Radio Francia Mikko Franck direzione musicale – Bruno Mantovani direttore – Segue alle 23:00 all Hermitage Hotel, Crystal Bar l’INCONTRO con Colin Currie, Bruno Mantovanie Anna Vinnitskaya.

venerdi’ 1 aprile alle 20:00 – Teatro dell’Opera di Monte-Carlo, Salle Garnier – CONCERTO – Iannis Xenakis Rebonds, Psaphha, Okho, Persephassa – Xenakis collettivo, percussioni.

sabato 2 aprile dalle 10:00 alle 13:00 al Conservatorio Regionale di Nizza – MASTER CLASS con Emmanuel Curt, percussioni – e alle 15:00 al Teatro dell’Opera di Monte-Carlo, Salle Garnier – CONCERTO DI FAMIGLIA – Sergei Prokofiev Peter e il lupo… e Jazz! L’incredibile Keystone Big Band – Orchestra Jazz – Sébastien Denigues attore.

sabato 2 aprile alle 20:00 – Monaco Yacht Club – CONCERTO – Ritratti incrociati George Crumb e Claude Debussy, Sophia Burgos soprano, Daniel Gerzenberg pianoforte.

Infine domenica 3 aprile alle 15:00 – Auditorium Ranieri III – CONCERTO – Ludwig van Beethoven Romances n. 1 e 2 per violino e orchestra – Henri Dutilleux – Sullo stesso accordo, notturno per violino e orchestra – Dmitry Shostakovich Sinfonia no 15 – Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo – Andris Poga direttore d’orchestra, Renaud Capuçon violino.

INFO: Consigliamo di prenotare i vostri posti Tel + 377 97 98 32 90 perché spesso il numero è limitato, soprattutto quando gli incontri sono gratuiti. L’accesso è aperto su presentazione del biglietto del concerto o a 10€. Gli incontri iniziano in orario, il ritardo del pubblico è inaccettabile. Gli internauti possono prenotare online i loro posti per i concerti.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

%d bloggers like this: